Viaggi sostenibili: come girare il Mondo in modo ecosostenibile

La luce, i profumi, l’aria della sera: è innegabile, l’estate è ormai arrivata ed è il momento di godersi le vacanze. Sempre più persone cercando di organizzarsi con viaggi sostenibili, prestando attenzione ad ogni dettaglio.

Se state progettando il vostro prossimo viaggio o siete alla ricerca di indicazioni e idee per godervi il vostro soggiorno, mettendo al centro la sostenibilità ambientale, abbiamo raccolto una serie di consigli utili. Siete nel posto giusto!

Viaggi sostenibili

viaggi-sostenibili-1

Che vogliate andare al mare, in montagna o compiere un tour di alcune città d’arte, il mezzo di trasporto che sceglierete per muovervi sarà importantissimo. Non sottovalutate mai il viaggio per raggiungere la meta desiderata, spesso è proprio lì che si nasconde l’impatto ambientale maggiore. Non prenotate la prima soluzione, verificate le possibili alternative. A volte, con costi simili, si hanno viaggi più sostenibili:

  1. Bicicletta: viva la bibicletta! Il nostro è un vero e proprio elogio. Divertente, sostenibile, non inquinante, comoda e anche rilassante. Il cicloturismo sta vivendo un momento d’oro. Se è la prima volta che vi affacciate a questo mondo, sarete felici di scoprire quanto sia facile viaggiare in bicicletta. Moltissimi hotel e ostelli bike-friendly, stazioni dedicate solo ai ciclisti, vie e strade che attraversano panorami mozzafiato da godersi con la tranquillità di una bella pedalata! Siete stanchi? Nessun problema, i treni ospitano volentieri i ciclisti e vi aiutano a superare anche una giornata storta nella quale non vi va di pedalare.

  2. Treno: tutti in carrozza! Avete controllato non ci sia un treno per la destinazione che desiderate? Quanto è bello viaggiare in treno? I treni partono vicino a casa, potete arrivare in banchina anche all’ultimo secondo senza code e attese, e vi portano dritti nel cuore delle città, ma anche dei paesini. Volete fare una vacanza al mare? Controllate, spesso i treni che corrono sui litorali permettono di vedere scorci indimenticabili, provare per credere!

  3. Aereo: prendere un volo, sì o no? È innegabile: l’aereo è molto inquinante ed è poco sostenibile. Magari, però, per andare in quell’isola che state sognando, dovete per forza prendere un aereo. Che fare allora? Due consigli veloci. Il primo, se potete, prendete solo voli diretti: le fasi di decollo e atterraggio sono quelle che più incidono a livello di inquinamento. Il secondo, ricordatevi che potete sempre compensare il vostro impatto ambientale. Come? Alcuni siti, come goodplanet.org, ti permettono di calcolare esattamente quanto “pesa” il tuo viaggio.

Soggiorni sostenibili

viaggi-sostenibili-2

Una volta arrivati a destinazione è tempo di godersi il meritato relax oppure andare all’avventura per divertirsi, scoprendo angoli nascosti o natura incontaminata. Del resto, da quant’è che aspettavate questo momento? Non bisogna sprecare nemmeno un secondo!

Continuare ad essere attenti alla sostenibilità ambientale delle nostre azioni è comunque molto importante e non toglierà nulla alla magia della nostra vacanza. Ecco, qualche piccola buona azione:

  1. Scegli solo Hotel ecosostenibili: prediligere solo strutture che stanno attente all’ambiente e alla riduzione di sprechi e rifiuti si può. Oltre al passaparola di gruppi di amici e recensioni online, può essere utili capire se la struttura che abbiamo scelto sia in possesso della certificazione EU Ecolabel.

  2. Portate sempre una borraccia: siamo in estate, farà sicuramente caldo, magari ci sarà poca ombra. Insomma, avrete sete, sicuramente. Anche in questa stagione (soprattutto in questa!) si può dire di no alla plastica. Portate con voi una borraccia, magari che mantenga fresco il contenuto a lungo. La potrete riempire ogni volta che vorrete. Fontanelle? Sì, certo, sono importanti e molto comode per chi è già dotato di una borraccia da viaggio. E se ne possedete una filtrante ne guadagnerà anche il gusto dell’acqua che bevete. Esistono molte forme e colori. Quale sarà la vostra scelta? E ricordatevi: gli acquedotti sono molto controllati, l’acqua è mediamente di ottima qualità.

    scegli il prodotto laica fai il test
  3. Cosa mangiare? Consumare frutta e verdura di stagione, ricche di acqua e perfette per l’estate, rimane la regola numero uno. Ma se potete, consumate prodotti locali e aiutate l’economia del posto che vi sta ospitando. Informatevi, scambiate qualche parola con gli abitanti che vivono lì tutto l’anno e sostenete (anche e soprattutto) le realtà più piccole, che spesso custodiscono le tradizioni e le storie più belle. Se lo farete, contemporaneamente, sosterrete anche il resto del mondo, grazie ad un impatto ambientale decisamente minore.

  4. B&B e camere d’albergo: se avete deciso di soggiornare in una struttura alberghiera, ricordatevi questi accorgimenti: non esagerate con l’aria condizionata, farà caldo, ma provate anche solo a deumidificare l’aria. Non fatevi cambiare l’asciugamano tutte le mattine, non serve. A colazione (e negli altri pasti) consumate cibo locale. Servizio lavanderia? Cercate di fare pochi lavaggi e a cestello pieno.

  5. Come muoversi? Muovetevi e vivete come se foste persone del luogo, sfruttate i mezzi di trasporto (alcuni sono fatti appositamente per i luoghi principali dei turisti). Noleggiate una bicicletta se non l’avete portata con voi e andate alla scoperta del territorio che vi ospita, anche senza programmare, sbagliate pure strada, siete in vacanza! Non è una gara, godetevela!

    viaggi-sostenibili-3

  6. Un viaggio lungo o tanti viaggi corti? In generale sarebbe meglio un solo viaggio lungo. L’impatto ambientale dei weekend “mordi e fuggi” prendendo anche due aerei in tre giorni è molto alto. Se potete, è meglio organizzarsi per pochi soggiorni lunghi o molto lunghi. Gli altri weekend potete sempre fare piccoli viaggi vicino a casa, a piedi, in bicicletta o in treno.

  7. Rispettare la natura. Se scriviamo questo punto, che può sembrare banale, è perché è sempre di fondamentale importanza. Rispettare il luogo che stiamo vivendo per le vacanze è importantissimo (è una norma che vale anche quando torniamo a casa, ovviamente). Ogni habitat ha regole precise da rispettare e alcuni siti marini o terrestri potrebbero avere equilibri delicatissimi da non alterare. Abbiate cura della fauna locale, prestate attenzione alla natura che vi circonda e lasciatela bella come quando siete arrivati. Curate il vostro benessere. Approfittate del periodo di vacanza per scoprire, conoscere e imparare qualcosa che non sapevate sulla natura che vi ospita.

quiz laica filtrazione acqua domestica

Tocca a te, lascia il tuo commento!


Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal blog!